Notizie sicure dal Vava

gennaio 24, 2014

Micron

Filed under: Finanza - Economia,Lavoro,Leggi e diritto,Media e tecnologia — vavadixit @ 12:24 am

Contraddizioni. La Micron è una multinazionale americana che lo scorso anno ha più che triplicato il suo valore in borsa e, sempre nel 2013, si è aggiudicata la palma di miglior azienda del Philadelphia Semiconductor Index (fonte Bloomberg).

Ricchi bonus per i propri dipendenti? Giammai!

In Italia mette in mobilità il 50% del personale: 223 lavoratori (su 507) ad Agrate Brianza.

Sibillino uno dei valori dell’azienda riportato nel sito web: “Accettare la volatilità del business”.

Mah!

novembre 4, 2008

Maria Rosaria Carfagna

Filed under: Attualità,Leggi e diritto,Popoli e politiche — vavadixit @ 12:13 am

Mara Carfagna

Mara Carfagna

Politica. Violentissimo attacco, da parte del suo compagno di partito Paolo Guzzanti, alla Ministra senza portafoglio per le Pari Opportunità Maria Rosaria Carfagna.

Il fulvo Guzzanti, invidioso per il prestigioso incarico della giovane collega, parla di mignottocrazia e di calendarista delle pari opportunità.

Maria Rosaria è nata a SALERNO il 18 dicembre 1975. Eletta nella circoscrizione XX (CAMPANIA 2), per il Popolo delle Libertà, dall’8 maggio 2008 è MINISTRO SENZA PORTAFOGLIO PER LE PARI OPPORTUNITÀ del IV Governo Berlusconi.

Fra le altre cose il ministro Maria Rosaria CARFAGNA dichiara che la lotta contro i fenomeni aberranti della pedofilia e pedopornografia è una priorità per il Governo, che perciò apprezza e condivide l’iniziativa legislativa in esame (Istituzione della Giornata nazionale contro la pedofilia e la pedopornografia), ritenendo che una giornata nazionale contro tali fenomeni possa costituire, come è stato detto nel corso del dibattito, un importante momento di riflessione e di sensibilizzazione dell’opinione pubblica. Sottolinea l’importanza che il Governo annette alla tutela dei minori, che considera una priorità nell’ambito del suo programma, e ricorda che il 1o agosto il Consiglio dei ministri ha approvato, su iniziativa del suo dicastero, un disegno di legge istitutivo del Garante per l’infanzia e l’adolescenza, la cui finalità è di tutelare i diritti dell’infanzia e dell’adolescenza e contrastare i fenomeni abietti dello sfruttamento sessuale dei bambini e degli adolescenti.

dicembre 3, 2007

Sicurezza della pillola

Filed under: Attualità,Leggi e diritto — vavadixit @ 10:53 pm

Fedifraghi. Dalla Germania viene la storia della ventenne ballerina Mandy Moeller. Esibitasi in un club durante un addio al nubilato, Mandy dichiara che: “Il mio compito era solo quello di ballare. Ma poi mi sono lasciata trasportare: era come essere su una catena di montaggio della Ford“.

Il risultato della catena di montaggio è che Mandy ha partorito una bella bambina. Il suo ragazzo, una volta scoperto di non essere il padre, ha abbandonato il tetto coniugale.

Adesso gli otto uomini che hanno lavorato alla catena di montaggio con Mandy saranno obbligati ad effettuare il test di paternità. La legge tedesca prevede che il padre della bambina debba farsi carico del suo sostentamento.

novembre 23, 2007

Donne svedesi

Filed under: Attualità,Leggi e diritto — vavadixit @ 12:47 am

svedese.jpgCostumi. Che le donne svedesi siano emancipate lo avevamo già capito quando abbiamo riportato la singolare richiesta di alcune detenute di poter prendere il sole nude in prigione.

Adesso c’è una associazione femminista svedese che all’urlo di “Bara Brost“, tette al vento, sta battagliando affinché le donne possano entrare nelle piscine pubbliche in topless.

Eh, le donne svedesi!

novembre 8, 2007

Delitto di Perugia

Filed under: Leggi e diritto,Società e costume — vavadixit @ 3:48 pm

Bigino. I media fanno a gara fra di loro nel raccontare tutti i minimi particolari del terribile delitto della giovane studentessa inglese a Perugia. Si fanno un sacco di nomi e la confusione è tanta.

Ecco allora un utile bigino da stampare e tenere sempre con se per poter meglio interpretare le notizie di TG, rotocalchi e pettegolezzi.

I personaggi che orbitano attorno a questa torbida vicenda sono:

Meredith Kercher. La vittima. Inquilina del primo piano. Studentessa ventenne inglese venuta a Perugia per il progetto Erasmus. Fidanzata con Giacomo Silenti, inquilino del piano terra.

Amanda Knox. Indagata. Inquilina del primo piano. Ventenne studentessa americana. Coinquilina di Meredith. Fidanzata con Raffaele Sollecito, inquilino del piano terra.

Raffaele Sollecito. Indagato. Fidanzato di Amanda Knox. Figlio di un famoso urologo pugliese, che dichiara «mio figlio non c’entra, tra qualche giorno sarà fuori dal carcere».

Patrick Lumumba Diya. Indagato. Gestore di un locale a Perugia, 37 anni, padre di un bambino. Nipote dell’ex premier del Congo ucciso nel 196.

Sophie Purton. Studentessa. Amica del cuore di Meredith Kercher.

Jade Bidwell. Amica di Meredith Kercher. Dichiara che: “Meredith diceva che il suo ragazzo (Giacomo Silenti) non era molto affidabile”.

Juve. Giovane argentino frequentatore della casa del delitto e dell’internet point nei pressi del Duomo. Amanda dice di lui: “Ha il vizio di abbracciare e toccare, questo anche quando non è ubriaco”.

Spyros. Frequentatore della casa del delitto. Alto circa 1,8.

Stefano Bonassi. Inquilino del piano terra.

Daniel De Luna. Noto anche come Daniele di Roma. Amico di Stefano Bonassi che di lui dice: “nella seconda occasione che è venuto a casa, ha avuto un rapporto sessuale con Amanda”.

Giacomo Silenti. Inquilino del piano terra. Fidanzato di Meredith Kercher. Dichiara che: “Insieme ai miei amici faccio uso spesso di hascisc e marijuana e spesso l’assumevamo insieme, o noi due soli o unitamente ai ragazzi del condominio.”

Hicham Khiri. Marocchino ventottenne. Dichiara che: “Eravamo al Gradisca. A fine serata, uscendo dal parcheggio, abbiamo incontrato Meredith e Sophie, quest’ultima ubriaca, e un’altra ragazza che non conosco. Meredith mi chiese se, viste le condizioni di Sophie, potevamo riaccompagnarle a casa”

Filomena. Una ragazza di Cosenza inquilina del primo piano. Praticante in uno studio di avvocato.

Quello che ne esce è che la casa del delitto è un ritrovo di ragazzi che, venuti a Perugia per studiare, dormono di giorno e vivono la notte girovagando di festa in festa e che, sopratutto, si ubriacano e fumano spinelli a tutto spiano.

Adesso tutto è più chiaro.

ottobre 23, 2007

Mastella dixit

Filed under: Leggi e diritto,Popoli e politiche — vavadixit @ 3:38 pm

Giustizia. Il Guardasigilli Clemente Mastella dichiara: “Continuerò la mia battaglia di dignità e di difesa della mia onorabilità rispetto ai miei familiari, agli elettori, agli amici e alla mia storia per far emergere i fatti nella loro verità, al di fuori di ogni ricostruzione ideologica e di finte verità manipolate. Lo farò fino a quando non sarò risarcito rispetto all’opinione pubblica dell’onore che qualcuno tenta di sottrarmi. Si dica presso quale giudice, non essendo a conoscenza di alcun fatto e di alcuna ipotesi di reato a me attribuita, debba recarmi per difendersi come un normale cittadino che non pretende e non vuole alcun privilegio.

Intanto a Foggia due settantenni citano l’INPS perchè, a loro dire, ci sarebbe stato un errore nel calcolo della loro pensione. La prima udienza è stata fissata il 27 febbraio 2020, fra tredici anni.

Quando scoprirà che la prima udienza per ripristinare la sua onorabilità è fissata fra tredici anni il buon Mastella, invece di litigare in continuazione con Di Pietro, si deciderà finalmente a far funzionare la baracca che dirige?

ottobre 11, 2007

Aiò

Filed under: Leggi e diritto,Popoli e politiche,Società e costume — vavadixit @ 2:04 pm

sardegna1.gifSardegna. Che immagine hanno degli italiani all’estero? I tedeschi pensano che gli uomini sardi siano avvezzi a segregare, violentare e umiliare le donne. Questa è la sensazionale scoperta fatta da un giudice di Buckeburg, vicino ad Hannover.

Maurizio Pusceddu, un 29enne cagliaritano che lavorava come cameriere in una gelateria di Stadthagen era convinto che la sua fidanzata lituana lo tradisse. Per farla confessare l’ha segregata per tre settimane immobilizzandola al letto con le manette. L’ha picchiata, le ha spento le sigarette sulle parti intime, l’ha costretta a fare sesso in tre, bere aceto e l’ha drogata con l’eroina.

Il giudice tedesco lo ha condannato ad una pena di sei anni con delle bizzarre attenuanti: “Si deve tener conto delle particolari impronte culturali ed etniche dell’imputato. È un sardo” (aiò, nonno). “Il quadro del ruolo dell’uomo e della donna, esistente nella sua patria, non può certo valere come scusante ma deve essere tenuto in considerazione come attenuante“.

Amici sardi, sappiate che in Germania potete combinarne di cotte e di crude… tanto siete sardi.

ottobre 2, 2007

Nuove regole

Filed under: Attualità,Leggi e diritto,Natura,Viaggi — vavadixit @ 3:24 pm

NudistiOltraggio. Il monte Everest, dall’alto dei suoi 8.850 metri, è la più alta montagna della Terra. Per alcune popolazioni locali è una montagna sacra infatti in Nepal viene chiamato Sagaramāthā, che significa Dio del cielo, mentre in Tibet lo chiamano Chomolangma, cioè Madre dell’Universo.

Detto questo si capiscono le proteste di Ang Tshering, il presidente della Nepal Mountaineering Association, l’equivalente della nostra Associazione Nazionale Alpini. Ultimamente infatti si è sparsa la moda fra i nudisti di scalare l’Everest e poi rimanere tutti nudi in cima alla vetta.

Il buon Tshering si lamenta dicendo che: “Ci dovrebbero essere regole ben precise che scoraggino questo tipo di attività“.

Ma a questi esibizionisti non si congela il culo a stare tutti nudi a 8.850 metri?

settembre 27, 2007

Sandra Lonardo Mastella

Politici. Sandra Lonardo Mastella nasce a Ceppaloni dove trascorre gli anni dell’infanzia e della preadolescenza, frequenta la parrocchia e l’Associazione “Le Figlie di Maria”. All’età di 12 anni si trasferisce con la famiglia in America, ad Oyster Bay, New York. Nell’anno 1975 sposa Clemente Mastella e nascono due figli, Pellegrino ed Elio. Accanto a Clemente, cresce l’amore per la politica e si approfondiscono i sentimenti di solidarietà verso il prossimo.

Oggi il prossimo verso il quale è solidale la nostra Sandra è il marito Clemente. In un’intervista sul Corriere della Sera la signora Lonardo dichiara in lacrime:

E’ un reato usufruire di un aereo di Stato per un dovere istituzionale così come fa Rutelli?

Scusi, signora, ma anche il caro figlio era su quell’aereo per un dovere istituzionale?

Comprare una casa con soldi e mutuo propri usufruendo delle leggi che consentono di riscattare una casa è un reato?

Da un articolo de L’Espresso leggo che il figlio Pellegrino ha acquistato due appartamenti in centro a Roma: 4,5 vani per 175 mila euro e altri 6 vani per 300 mila euro. L’altro figlio Elio ha acquistato nello stesso stabile 5,5 vani per soli 200 mila euro e un miniappartamento con ingresso, camera, bagno e terrazza a livello per 67.500 euro. Ma come hanno determinato i prezzi? Neanche a Quarto Oggiaro gli appartamenti costano così poco. C’è di più, le case sono state acquistate grazie a dei mutui concessi da San Paolo e BNL. I figli dovranno pagare una rata mensile di 6.430 euro. Cosa? 6.430 euro di mutuo al mese? Ma che garanzie hanno dato i due figli?

E’ un reato se io e Clemente siamo stati democraticamente eletti ai nostri incarichi?

Dal libro La Casta leggo come il caro marito è stato eletto deputato nelle file della DC. Quando lavorava in RAI, assunto su “raccomandazione” di Ciriaco De Mita, chiedeva, testuali parole, “ai centralinisti di telefonare nei comuni del mio collegio elettorale. Mi facevo introdurre come direttore della Rai e segnalavo questo nostro bravo giovane da votare: Clemente Mastella. Funzionò”.

Si attacca Mastella che in vita sua non ha mai avuto una condanna. Dico una. Si ascolta Grillo che invece, mi si corregga se sbaglio, le sue condanne le ha avute. Non per cosette lievi, mi pare…

Clemente non avrà mai avuto una condanna ma:

  • Ha un avviso di garanzia per concorso in bancarotta fraudolenta per il fallimento del Napoli Calcio.
  • Assieme a Salvatore Cuffaro, indagato per concorso esterno in associazione mafiosa, è stato compare d’anello di Francesco Campanella, ex-presidente del consiglio comunale di Villabate e condannato per mafia.

Viva l’Italia, tanto siamo campioni del mondo.

settembre 11, 2007

Tolleranza zero

Filed under: Leggi e diritto,Popoli e politiche,Viaggi — vavadixit @ 2:44 pm

TrenitaliaTrenitalia. E’ iniziato il programma “tolleranza zero” di Trenitalia. Dal 17 settembre si inaspriranno le multe per chi viene trovato sprovvisto di biglietto: si passa da 25 a 50 euro. I già bistrattati pendolari si stanno mobilitando ma non sanno che il pugno di ferro messo in atto da Trenitalia è ben poca cosa rispetto a quello che è successo in India.

Surath Pandey stava viaggiando sul treno senza biglietto quando è stato scoperto da una squadra di quattro controllori. Multato di 200 rupie il povero Surath ne aveva in tasca solo 40. Per questo motivo è stato sbattuto fuori dal treno in corsa ed è morto sul colpo.

I passeggeri indiani hanno reagito dando la caccia ai quattro controllori. Sono riusciti a catturarne uno, tale S. Sahu, è l’hanno pestato per bene.

Consigliamo ai pendolari italiani di fare altrettanto.

Pagina successiva »

Blog su WordPress.com.