Notizie sicure dal Vava

agosto 16, 2006

W l’Italia

Filed under: Senza categoria — vavadixit @ 3:10 pm

Italiait_1 Oggi l’ufficio è semi-deserto e quindi non offre alcuno spunto interessante. I colleghi sono (quasi) tutti in vacanza, beati loro.

A proposito di vacanze, con il precedente Governo era stato messo in cantiere un portale che, nelle intenzioni, avrebbe dovuto risollevare le sorti del turismo in Italia. Ad oggi il portale è costituito da un’unica pagina che ci informa che il sito è in via di realizzazione. Peccato che questo progetto sia un pozzo senza fondo nel quale si stanno buttando diversi milioni di euro. Se ne era già occupato Beppe Grillo nel marzo scorso e oggi c’è un aggiornamento su Punto Informatico. Fin’ora è costato 40 milioni di euro e non sarà pronto prima del 2007. Senza parole.

Anzichè fare luce su questo buco nero di soldi pubblici il nuovo vicepremier e ministro dei Beni Culturali Francesco Rutelli ha proposto (articolo su Repubblica) una nuova strategia per far tornare i turisti in Italia. La strategia consiste nella creazione di un nuovo (un altro!) sito internet sul quale i turisti che hanno scelto di andare all’estero potranno rispondere a domande tipo: "cosa avete trovato di bello che noi non sappiamo dare?".

Ma porca miseria, c’è pure bisogno di fare queste domande? La domanda la faccio io a lui. Perchè quando sono in vacanza in Italia ho sempre l’impressione di essere inchiappettato da taxisti, ristoratori, bagnini, ecc.?

Lui che è stato sindaco di Roma dovrebbe conoscere bene come vengono trattati i turisti nella sua città. Se ne è occupato anche il New York Times. Vogliamo parlare dei taxisti? Ecco cosa si trova su internet.

La Stazione Termini e gli aeroporti sono i teatri delle imprese di veri e propri virtuosi del raggiro su quattro ruote. «Roma è una città fantastica, ma attenzione ai taxi driver, artisti dell’imbroglio», avverte Lena Matheou di Charlotte, North Carolina. «Il tassametro funziona regolarmente finché non si arriva a destinazione e allora magicamente la tariffa aumenta. Il mio hotel distava 10 minuti di guida dalla stazione Termini e un minuto prima che arrivassimo il tassametro segnava 6 euro. Quando il taxi si è fermato era scattato a 16. Mia sorella pensava che forse si trattava del sovrapprezzo per i bagagli (avevo due borse con me). Ma a peggiorare le cose quando ho dato 20 euro al tassista, lui ha cercato di farmi credere che io gli avessi dato solo 5 euro!»

I truffa-turisti non sono solo a Roma. A Portofino fanno pagare tre euro un bicchiere d’acqua e così via in tutto il resto del belpaese.

Evviva l’Italia.

Annunci

1 commento »

  1. Oggi 21 agosto, contrariamente a quanto annunciato, il sito voluto da Francesco Rutelli (http://www.turistiprotagonisti.it/Site/) non è attivo. Ci si presenta la sola home-page che avevamo lasciato il 16 agosto scorso.
    W l’Italia!

    Commento di Giovanni Vavassori — agosto 21, 2006 @ 2:00 pm | Rispondi


RSS feed for comments on this post.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: